Il database di scavo

Il database gestibile nell’area riservata contiene la documentazione prodotta durante la fase analitica di raccolta dei dati su unità stratigrafiche e reperti rinvenuti dello scavo di S. Marco nord-est a Caulonia (Kaulon), cioè sulla documentazione archeologica basilare, mentre il suo studio e la sua precisa definizione sono ancora in itinere. I dati contenuti nelle schede sono stati ricondotti agli standard ministeriali ICCD.

Il sistema consente la creazione, la modifica, la visualizzazione e il download di schede di unità stratigrafica (scheda US), complete di tutte le informazioni inserite. La documentazione grafica e fotografica correlata è raggiungibile e visualizzabile tramite le schede stesse. Collegati alle unità stratigrafiche sono i reperti, anch’essi gestibili, completi di tutte le informazioni utili al loro studio e presentati insieme al materiale grafico connesso. Anche le schede di reperto archeologico (scheda RA) possono essere scaricate e passate immediatamente alla stampa.

Il database di scavo

Il database consultabile nell’area riservata contiene la documentazione prodotta durante la fase analitica di raccolta dei dati su unità stratigrafiche e reperti rinvenuti, cioè sulla documentazione archeologica basilare, mentre il suo studio e la sua precisa definizione sono ancora in itinere. I dati contenuti nelle schede sono stati ricondotti agli standard ministeriali ICCD.

Per i reperti è stato realizzato un sistema di ricerca adatto a una loro rapida e mirata individuazione all’interno della banca dati. I possibili criteri di ricerca sono numerosi: numero di catalogo o di inventario, datazione, misure, unità stratigrafica di appartenenza, tipo di oggetto, classificazione ceramica ecc. Perciò, con pochissimi clic, è possibile avere un resoconto completo dei reperti contenuti in una unità stratigrafica; oppure, ritrovare tutte le coppe di VIII sec. ed effettuare tra loro confronti anche alla luce della unità di provenienza; o ancora, visualizzare tutta la ceramica corinzia rinvenuta nello scavo in un unico passaggio, rendendo per un esperto del settore il lavoro di inserimento dei dettagli molto più veloce, e così via.

Ogni qual volta, infine, venga eseguita un’operazione sui dati tramite l’interfaccia web, in un altro database sono automaticamente registrate delle informazioni di backup utili sia per la verifica degli interventi eseguiti sui dati sia per un loro eventuale recupero in caso di un errore di valutazione o di involontarie perdite.

Davide Chini

 

Speak Your Mind

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>